Yoga di borgata ed altre creazione fantastiche – Intervista ad Alessandra Von KITCH

Share

“…mi sono permessa di riportare la pratica yoga ad una dimensione più de borgata.” Alessandra Von KITCH

La t-shirt “Salutami a soreta” – CLICCA QUI per acquistarla subito

Alessandra Von KITCH la conosciamo a Roma, durante un Vintage Market pre-natalizio. L’atmosfera era quella giusta per conoscere persone nuove e interessanti. Alessandra è oltre. Dopo aver ammirato i suoi prodotti, tempo uno scambio di vedute con lei ed scocca la scintilla. E’ nato l’amore. Alessandra è travolgente, simpatica e alla mano. Ci racconta di essere nata il 21 Giugno, sotto il segno dei gemelli, non due tiene a precisare, ma sette, dispari. Si ama, si odia e ama e odia il mondo , a intermittenze variabile. Ascoltarla è un piacere, così come spulciare le sue creazioni. Il suo brand Von KITCH nasce nel 2011, dalle ceneri del suo vecchio brand. Di vecchio si porta dietro il nome Kitch, ma senza la S., inteso fortemente come Kitsch. La S pare essersela scordata ma ama raccontare che in realtà kitch è la radice di kitchen perchè il suo laboratorio è un po’ cucina, con forni e cucchiai. Quale sia la verità non è dato sapersi. Studia scenografia e costume in accademia e teatro in giro per il mondo, poi ha “sbroccato” e ha mollato tutto. Per noi è stato un bene, ora Alessandra si dedicata al suo brand, e noi le siamo grati.

Von KITCH, tsquirt, brand t-shirt, t-shirt, e-commerce, queef magazine
Alessandra Von Kitch – Foto © Silvia Guidotti

Domanda.Alessandra grazie per averci dedicato il tuo tempo e grazie per la splendida bio che ci hai scritto. Stiamo ancora ridendo. Sei nata a Giugno, sei gemelli. Ma ci hai precisato che i gemelli sono sette, e non due. Quali sono le sette caratteristiche del tuo carattere che riconosci di avere?
Risposta.Le sette caratteristiche di oggi sono:
Bionda con tre centimetri di ricrescita.
Iperattiva.
Fracica dentro.
Disorganizzata, ma me ne accorgo sempre a fine serata.
Contaminata, sto per scrivere di bellezza, ma non voglio passarci per romanticona,
Stitica.
Confusa & fenice, risorgo.
Distratta.

 

D.Nel 2011 nasce il tuo brand Vonkitch, kitch intesto come KITSCH. Termine questo ritornato alla ribalta con la morte il 2 Marzo di Gillo Dorfles, colui che sdoganò il Kitsch. Siamo curiosi allora di sapere come mai hai scelto questo nome e cos’è per te il Kitsch?
R.Come scrive Eco è “comunicazione che tende alla provocazione dell’effetto”.
E’ Kitsch un brano che ti ricorda in continuazione l’emozione che devi provare mentre lo leggi, per esempio. E’ l’idea di un godimento estetico preconfezionato per un fruitore pigro. In poche parole è cattivo gusto mascherato da forma artistica. Ma potrebbe essere che uno usa un linguaggio Kitsch per produrre un messaggio propriamente Artistico? E che ne so io? Avessi studiato, mi sarei ricordata la famosa S, mannaggiammè!
Se una cosa è Kitsch ognuno decide per sé, ma sull’Arte decidono gli altri.

Von KITCH, tsquirt, brand tshirt, tshirt, ecommerce, queef magazine
Accessori realizzati con cucchiai di recupero.

D.Hai studiato scenografia e costume, questa esperienza ti ha aiutata nella realizzazione del brand?
R.Gli studi in accademia sono stati fondamentali per la ricerca di un mio metodo di lavoro, (che non ho ancora trovato eh, tengo a precisarlo, non vorrei passare da una che sa cosa sta facendo, una che cerca sì però, fa più figo) il lavoro per il teatro mi ha dato una bella struttura, mi ha resa molto spavalda nell’ usare e fidarmi di materiali non comuni.

 

D.Da “Salutami a soreta” a “Guarda l’armonia del cazzo che mi frega”, hai creato delle t-shirt sobrie ed eleganti. Come ben sai noi le amiamo. Come sono nate queste t-shirt?
R.Per caso.
Guarda un po’!
Sono una ragazza a modo e come ben sai mi esprimo in maniera distinta, pertanto, forte di questa capacità di restare con i piedi per terra, mi sono permessa di riportare la pratica yoga ad una dimensione più de borgata.

La t-shirt “Guarda l’armonia” – CLICCA QUI per acquistarla subito

D.Oltre alle t-shirt cosa produci e cosa invece ti piacerebbe produrre che ancora non hai realizzato?
R.Io disegno, disegno tanto, non sono un’ illustratrice e non amo definirmici, diciamo che non amo le definizioni in genere, al momento ho una linea di accessori realizzati con cucchiai di recupero illustrati con facce di fanciulle stanche, indisposte e anche abbastanza scazzate.
La mia produzione gira intorno al disagio, io ero già a disagio prima che diventasse mainstream.

Von KITCH, t-squirt, brand t-shirt, t-shirt, e-commerce, queef magazine
La t-shirt “Li mortacci vostra” – CLICCA QUI per acquistarla subito

D.Vivere delle proprie idee . E’ un sogno che ci accomuna Alessandra. Una strada difficile ma che se si riesce a percorrere diventa il viaggio più bello che si possa fare. Cosa consiglieresti a chi ha intenzione di creare un proprio brand?
R.Procurarsi dei genitori ricchi, è uno sbattimento infinito altrimenti.
Scherzi a parte, per sperimentare ci vuole tanta pazienza intesa come piacere di perdersi negli errori, è una bella sfida che si può fare anche divertendosi tanto, dimmetè!
…è chiaro che se sei ricco dimezzi i tempi, ma noi poveri siamo per le cose lente.

 

D.Alessandra, grazie ancora per la tua disponibilità, ci rivedremo al prossimo Vintage Maket ?
R.Avoglia!

 

Contatti
Facebook: facebook.com/vonkitch
Instagram: instagram.com/vonkitch

Share
Etichettato , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *