fbpx

Natale 2020 con i tuoi. Ah no? Non posso?

Share

Dice uno su whatsapp: “dobbiamo scrivere un pezzo per il Natale 2020, da pubblicare intorno all’8 dicembre”. E da me che voi? Io te posso cantà na canzone. Dice, allora ti metto nel video di Natale 2020 di T-Squirt. Dice, stiamo divagando, lo vogliamo scrivere o no sto pezzo? OK. Dice, per l’attacco dell’articolo abbiamo risolto, ora magari copincolliamo qualcosa che c’è già (tipo che Vice e Io Donna avevano già fatto una roba del genere nel 2016 o giù di lì) sul Natale “atipico” vista la pandemia? Dice, ma poi Gugol se ne accorge e ci mette sotto nei risultati di ricerca. Allora scrivo le prime stronzate che mi vengono in testa. OK

Segue pezzo da leggere così: il “Dice” all’inizio di ogni paragrafo (in funzione quasi anaforica oserei dire) va letto con la “c” strascinata tipica dell’accento romano, tipo “DISHE”. Maestro, vai con la müsica:

 

Natale in famiglia con partner+prole

Dice, vabbé, è un modo per stare più raccolti, ma tanto vi vedete tutti i giorni e sì, ok, tra lavoro, palestre e ammennicoli vari non é che passiate insieme tutto sto “quality time”. Poi arriva la sera di Natale, e dopo esservi strafogati le canoniche 13 portate (tra terron* si usa così) vi guardate negli occhi e cala il terrore: “e mo’ che cazzo ci raccontiamo?”. Niente, andate a dormire senza manco scartare i regali, alé.
Dice, ma non vedremo i nostri simpaticissimi parenti: meglio, vi eviterete un bel po’ di “io non sono razzista ma”, “ho molt* amic* omosessual*, ma quelle cose le facciano a casa loro” e altre amenità di sorta, tra cui l’immancabile zio ubriacone che comincia a straparlare dopo il terzo bicchiere di vino o il nonno che si piega sulla sedia e occhio ar nonno che sta a cadé occhio ar nonno che sta a cadè e ahò ma la posso fare sì o no sta scureggia?

Natale 2020 in famiglia ma senza alcuni parenti a causa della pandemia per covid19

Natale da Terrone Fuorisede, con annessi coinquilini di merda

Dice, in questo caso non avete scampo: festeggerete brindando con vino e liquori dell’Eurospin e sì, il vostro sarà un Natale di merda. Al posto di scartare i regali, il 25 mattina vi ritroverete a pulire vomito dal lavello della cucina.

Natale 2020 per i terroni fuorisede con i coinquilini di merda tutti ubriachi

Natale da single

Dice, che faccio io che sto da sol*? Vedi sopra al caso Partner+Prole: mangia, bevi e vai a letto dove, essendo in beata solitudine, avrai il vantaggio di consolarti con quel bellissimo sito che comincia per P e finisce per ornhub (lo scrivo così che Enrico mi ha detto di non mettere riferimenti sessuali sennò Gugol ci scassa le ovaie).

Natale 2020 da soli a causa della pandemia

Natale da fidanzat* in casa

Dice, siamo fidanzat*, conviviamo da X anni, abitiamo in 25 mq, ci siamo dett* tutto, abbiamo fatto l’amore in tutte le posizioni, che famio? Beh, sparatevi una delle tre o quattro cartucce annuali (tanto lo sappiamo che va così, è inutile che banfiate e dite che lo fate una volta a settimana almeno) che se tutto va bene con l’anno nuovo potrebbe finire sta rottura de coglioni della pandemia e magari avrete di nuovo una vita socialaaaaahahahahahahahahha.

Natale 2020 in coppia, Anna Nicole Smith e il James Howard Marshall II

Natale al lavoro

Dice, a Natale lavoro: meglio così, vi sareste risparmiati la cacatura di ca**o del Natale, vi risparmiate anche l’ulteriore scartavetramento dell’arco superiore della cappella di pensare a un Natale alternativo date le condizioni

Dice, e pure sto Natale 2020 s’o semo levato dalle palle, ma a Capodanno? (Pensavate di averla scampata sta domanda per il 2020 eh?)

Natale a lavoro, un natale 2020 perfetto

close

10% di sconto, solo per te 🎁

Iscriviti per ricevere subito il tuo sconto e gli aggiornamenti sui nostri ultimi prodotti e offerte!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

* Il buono sconto viene inviato una sola volta per ciascun cliente

Alessandra Giannace, scrive per T-Squirt articoli d'attualità, inchieste e interviste.

L’anno scorso in un dolce tempio a Hirosawa,
Quest’anno tra le rocce di Nikko,
Ogni cosa mi è uguale.
Basta ca s’magna!

Share
Etichettato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *