“Paralisi mentale”, un progetto di Giulia Filosa

Share

“Sono Giulia Filosa, ho 26 anni, di Lodi. Sono laureata in Sustainable Architecture and Landscape Design presso il Politecnico di Milano e frequento attualmente il Master in Photography and Visual Design presso la Naba di Milano.
Il mio approccio alla fotografia é molto spontaneo e intimo, spesso i miei progetti sono il risultato dell’esigenza di portare alla luce sentimenti o emozioni confinati in stanze nascoste. Trovo stimolante far dialogare la fotografia con altre forme artistiche, in particolar modo con l’illustrazione”.

Il progetto “Paralisi mentale” racconta di come la sofferenza psicologica possa bloccare e rendere indifesa una persona.
Il sentimenti della paura e dell’ansia si possono impossessare del corpo fino a renderlo inerme e ad immobilizzarlo.
C’è una donna sola in una stanza, nuda, esposta, una scatola nera sulla testa la estranea dal mondo e dalle persone, mentre ne amplifica i pensieri.
Lo specchio sullo sfondo della stanza, è testimone partecipe della sua sofferenza, è a frammenti, come lei.
Fotografie: Giulia Filosa
Illustrazione: Giulia Filosa

Contacts:
Instagram: @filzfilz 
Web site: gfilosaphotography.wixsite.com

tsquirt-queef-magazine-paralisi-mentale-giulia-filosa

tsquirt-queef-magazine-paralisi-mentale-giulia-filosa

tsquirt-queef-magazine-paralisi-mentale-giulia-filosa

tsquirt-queef-magazine-paralisi-mentale-giulia-filosa

tsquirt-queef-magazine-paralisi-mentale-giulia-filosa

All rights reserved © copyright

Share
Etichettato , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X